• Benvenuti su RaspberryItaly!
Benvenuto ospite! Login Login con Facebook Registrati Login with Facebook


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

[-]
Tags
power adatto pi b raspberry bank e 3

[Risolto] Raspberry pi 3 B+ e power bank adatto
#1
Gent.mi, gent.me,
ho allestito con un kit della kuman più 5inch touch display un raspberry portatile.
Avrei intenzione di alimentarlo con un power bank.
Ho seguito alcuni suggerimenti dati sul forum e ho dato un'occhiata a quanto offre il mercato.
Devo confessare che il tutto mi ha portato una certa confusione e di fatto sono a chiedere se avete alcune suggestioni da dare in proposito. 
Ringrazio in anticipo.
Big Grin
Risposta
#2
In una alimentazione tramie power bank o comunque batteria di qualsiasi genere e tensione con o senza alimentatori step-down vi è un requisito tassativo, in termini di tensione e quindi capacità della batteria, che non dovrà mai essere sottovalutato: con una tensione di alimentazione di 4,8 V (circa) si avrà visualizzato sul monitor (se presente) il simbolo del fulmine, scendento ancora come tensione di alimentazione si avrà il blocco del raspberry. E' quindi evidente il limite di scarica di un qualunque sistema di alimentazione a batteria: i 4,8V (circa). In funzione della capacità in corrente della batteria si potrà ottenere una minore o maggioe autonomia di funzionamento. Ad esempio disponendo di un power bannk da 5V 20A e supponendo un assorbimento da parte del raspberry + accessori di 2 A/h verrebbe da pensare che l'autonomia sia di 10h. Potrebbe non essere così: dopo quanto tempo la batteria ha raggiunto il valore di 4,8V? 2, 3,4 h? Purtroppo i fabbricanti di questi oggetti non pubblicano le curve di scarica A/h/t, quindi diventa in definitiva un discorso sperimentale.
Risposta
#3
(12/07/2019, 16:00)ippogrifo Ha scritto: In una alimentazione tramie power bank o comunque batteria di qualsiasi genere e tensione con o senza alimentatori step-down vi è un requisito tassativo, in termini di tensione e quindi capacità della batteria, che non dovrà mai essere sottovalutato: con una tensione di alimentazione di 4,8 V (circa) si avrà visualizzato sul monitor (se presente) il simbolo del fulmine, scendento ancora come tensione di alimentazione si avrà il blocco del raspberry.  E' quindi evidente il limite di scarica di un qualunque sistema di alimentazione a batteria: i 4,8V (circa). In funzione della capacità in corrente della batteria si potrà ottenere una minore o maggioe autonomia di funzionamento. Ad esempio disponendo di un power bannk da 5V 20A e supponendo un assorbimento da parte del raspberry + accessori di 2 A/h verrebbe da pensare che l'autonomia sia di 10h. Potrebbe non essere così: dopo quanto tempo la batteria ha raggiunto il valore di 4,8V?  2, 3,4 h? Purtroppo i fabbricanti di questi oggetti non pubblicano le curve di scarica A/h/t, quindi diventa in definitiva un discorso sperimentale.
Carissimo,
ho risolto: dopo un attento studio tra Volt, Amperè e con gli annessi e i connessi, approfittando del Prime Day, ho preso Charmast 26800Ah power bank.
Caricato secondo le istruzioni et voilà il Rasp nostro funziona alla grande.
A suivre.....
Big Grin
Risposta
#4
Bene, interessante sarebbe sapere l'autonomia del sistema da te raggiunto.
Risposta
#5
Come accennavo nel mio intervento precedente avrei risolto la questione.
Per quanto riguarda l'autonomia vediamo in seguito che succede.
Sono praticamente due giorni di uso e quindi a me paiono un po' poco per azzardare ipotesi.
Grazie per gli interventi relativi all'argomento.
Un saluto.
Big Grin
Risposta
  


Vai al forum:


Navigazione:
Forum con nuovi Post
Forum senza nuovi post
Forum bloccato
Forum Redirect