• Benvenuti su RaspberryItaly!
Benvenuto ospite! Login Login con Facebook Registrati Login with Facebook


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

[-]
Tags
homekit progetto pulsanti rpi domotico relè

Progetto domotico Rpi + Relè + Pulsanti +Homekit
#1
Big Grin 
Buonasera a tutti!

Due Premesse:
- Complimenti per questo fantastico forum (sto imparando un sacco di cose)
- Ho provato a cercare per evitare post duplicati, ma non ho trovato risposte ai miei quesiti.

Veniamo al dunque: il progetto è il solito lavoro di domotica raspberry + pulsanti impianto domestico.

Ho preparato il mio Raspy Pi3 installando con l'app per iOS Homebridge per interfacciarmi all' app Casa di Apple. Tutto funziona ed ho assegnato ad ogni stanza un relè; 7 degli 8 presenti sulla classica basetta da 8 sono stati utilizzati.
Ora rimane la questione di collegarsi ai pulsanti di casa MA leggendone lo stato.

Ho letto e apprezzato molto i vostri commenti, ma la mia situazione è un po diversa: la casa è in ristrutturazione e sto rifacendo io l'impianto elettrico.
Fermo restando che passerò alcuni cavi extra per fare un eventuale passo indietro verso l'impianto classico, la mia idea è di collegare i pulsanti NON alla luce, NON ad alcun relè, MA direttamente agli input GPIO del raspy in modo da cambiare lo stato del relè direttamente da li e potendolo leggere anche in tempo reale dall'iphone.

Si può fare? Mi date una mano?
Risposta
#2
Si può fare? Si
Ti diamo una mano? Si
È conveniente?...
Cominciamo a capire quanti sono, questi pulsanti.
Poi, vorrei fare una riflessione con te: un "pulsante" ha uno stato temporaneo, lo premi, e chiude il circuito, lo rilasci, e lo riapre. Quindi, più che lo stato dei pulsanti, dovrai leggere lo stato dei relè, per sapere se la luce è accesa o meno. Il collegamento che proponi è quello tipico della domotica, dove però i comandi sono solitamente collegati a un bus (e sono quindi più costosi), e permette anche cose carine come assegnare magari uno "scenario" luci alla doppia pressata, o magari spegnere tutte le luci di casa se tieni premuto 3 secondi il pulsante vicino alla porta.
Ma se il RaspberryPi si blocca o la sd si corrompe, non potresti più accedere le luci fino a che non lo sistemi..
Risposta
#3
(22/03/2018, 01:59)Zzed Ha scritto: Si può fare? Si
Ti diamo una mano? Si
È conveniente?...
Cominciamo a capire quanti sono, questi pulsanti.
Poi, vorrei fare una riflessione con te: un "pulsante" ha uno stato temporaneo, lo premi, e chiude il circuito, lo rilasci, e lo riapre. Quindi, più che lo stato dei pulsanti, dovrai leggere lo stato dei relè, per sapere se la luce è accesa o meno. Il collegamento che proponi è quello tipico della domotica, dove però i comandi sono solitamente collegati a un bus (e sono quindi più costosi), e permette anche cose carine come assegnare magari uno "scenario" luci alla doppia pressata, o magari spegnere tutte le luci di casa se tieni premuto 3 secondi il pulsante vicino alla porta.
Ma se il RaspberryPi si blocca o la sd si corrompe, non potresti più accedere le luci fino a che non lo sistemi..

Grazie del tuo contributo Zzed, mi aspettavo una tua risposta!  Big Grin 
I pulsanti sono 8 relativi a 7 stanze (il corridoio ne ha 2 ai due estremi).

Hai ragione mi sono espresso male, lo stato che dobbiamo andare a vedere è quello del relè, o più precisamente quello delle uscite gpio.

Degli scenari di cui parli se ne occupa già l'app casa di apple. Diciamo che quello che mi serve è poter spegnere le luci dal letto senza alzarsi, o spegnere le luci del bagno quando mia moglie è dentro  Tongue  insomma cose del genere..

Dal lato affidabilità sto predisponendo ugualmente nel centro del corridoio una pulsantiera con deviatori, che "isolano" il raspberry in caso di rotture. Ovviamente si dovrà prevedere sia un backup "hardware" che della sd per essere pronti a riparare il sistema...
Poi ohh.. è materiale che ho già in casa... se il sistema fa schifo lo cambio  Big Grin
Risposta
#4
Ok, allora puoi semplicemente usare 7 linee pulsanti collegati a altrettanti pin GPIO in ingresso (più pulsanti nella stessa stanza, li puoi mettere in parallelo tra loro, tanto fanno lo stesso lavoro). Quindi 7 fili più un comune = 7 pin di ingresso più 1 (GND o 3V3,dipende come vuoi far funzionare i pulsanti). Poi, per il resto, non conoscendo homebridge nello specifico, per andare oltre cedere il passo a chi ne sa di più, ma direi che il più è fatto..
Risposta
#5
Perfetto, da quello che ho letto in giro non posso semplicemente chiudere un contatto ma creare un circuito di pull-up o pull-down.

Ipotizzando di voler utilizzare il 3v3 come bisogna fare? Grazie
Risposta
#6
Le resistenze di pull-up e pull-down sono integrate in RaspberryPi, attivabili via software. Questo non vieta di metterle fisiche, ma le interne sono solitamente sufficienti e molto comode. Nel modulo gpio dovrebbe esserci l'impostazione relativa.
Risposta
#7
Basta quindi configurare i rispettivi pin GPIO come ingresso vero? Potresti spiegarmi (o linkarmi) come si fa? Grazie
Risposta
#8
Ciao, io ho fatto una cosa simile in casa con una scheda della sonhoff da 18€ che ha già l'applicazione per gestire tutte le luci e i cancelli. l'app è gratuita e c'è sia per ios che per android.
è più di un anno che la uso tutto il giorno e non mi ha mai dato problemi.
Risposta
#9
T
(23/03/2018, 12:40)Farbustini Ha scritto: Ciao, io ho fatto una cosa simile in casa con una scheda della sonhoff da 18€ che ha già l'applicazione per gestire tutte le luci e i cancelli. l'app è gratuita e c'è sia per ios che per android.
è più di un anno che la uso tutto il giorno e non mi ha mai dato problemi.

Ciao potresti mandarmi un link per farmi capire di cosa si tratta?
Grazie
Risposta
#10
(21/03/2018, 20:10)Solodettagli Ha scritto: Buonasera a tutti!

Due Premesse:
- Complimenti per questo fantastico forum (sto imparando un sacco di cose)
- Ho provato a cercare per evitare post duplicati, ma non ho trovato risposte ai miei quesiti.

Veniamo al dunque: il progetto è il solito lavoro di domotica raspberry + pulsanti impianto domestico.

Ho preparato il mio Raspy Pi3 installando con l'app per iOS Homebridge per interfacciarmi all' app Casa di Apple. Tutto funziona ed ho assegnato ad ogni stanza un relè; 7 degli 8 presenti sulla classica basetta da 8 sono stati utilizzati.
Ora rimane la questione di collegarsi ai pulsanti di casa MA leggendone lo stato.

Ho letto e apprezzato molto i vostri commenti, ma la mia situazione è un po diversa: la casa è in ristrutturazione e sto rifacendo io l'impianto elettrico.
Fermo restando che passerò alcuni cavi extra per fare un eventuale passo indietro verso l'impianto classico, la mia idea è di collegare i pulsanti NON alla luce, NON ad alcun relè, MA direttamente agli input GPIO del raspy in modo da cambiare lo stato del relè direttamente da li e potendolo leggere anche in tempo reale dall'iphone.

Si può fare? Mi date una mano?

Ciao hai avuto la mia stessa idea.

(22/03/2018, 01:59)Zzed Ha scritto: Ma se il RaspberryPi si blocca o la sd si corrompe, non potresti più accedere le luci fino a che non lo sistemi..

In riferimento all'osservazione di Zzed mi domandavo anche io cosa accadrebbe nel caso di rottura di una delle componenti che sovrintende il sistema. E' pur vero che un controllo accessi con Arduino+Ethernet+NFC+Relè e Raspberry come web server sono tre anni che viene utilizzato in una palestra di un mio amico e non ha mai dato problemi.

Come pensate di risolvere la possibilità di leggere lo stato del relè esterno? O bisogna rimanere dell'idea di usare direttamente i relè collegati al raspberry attraverso gpio?
Risposta
  


Vai al forum:


Navigazione:
Forum con nuovi Post
Forum senza nuovi post
Forum bloccato
Forum Redirect