• Benvenuti su RaspberryItaly!
Benvenuto ospite! Login Login con Facebook Registrati Login with Facebook


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

[-]
Tags
esp8266

ESP8266
#1
Buongiorno a tutto il forum
Su richiesta di qualche utente riporto informazioni di questo eccezionale componente che ci può essere di aiuto per connessioni senza fili
[Immagine: fc67mu.jpg]
Il modulo ESP8266 è un piccolo circuitino che consente di dotare qualsiasi
microcontrollore di una connessione wifi.
(in funzione del firmware che viene programmato)
E dotato di un processore con integrato lo stack TCP-IP e una memoria che nel modello da me descritto può avere una capienza di 512 oppure 1024 kb
Lo standard wifi supporta il protocollo B-G-N puo anche essere configurato come AP
Di norma con il firmware precaricato offre un set di comandi AT che ci consente già un collegamento tramite comunicazione seriale con il nostro microntrollore o anche il nostro Raspberry (sto eseguendo delle prove).
In rete si trovano una montagna di informazioni e firmware con finalità specifiche.
Una cosa da sottolineare il modulo deve essere alimentato con una tensione
di 3,3 volt di conseguenza i pin I-O non tollerano i 5 volt, questo non è un problema si risolve semplicemente con un partitore che adatta i livelli. Quello da me acquistato come adattatore mi consente anche di alimentarlo
Altra nota che lo rende interessante è il suo costo trattasi di pochi €
Alla fine costa meno di una shield Wiznet arduino e non abbiamo l'ingombro del cavo di rete
Foto con la descrizione dei pin e adattatore e mie note personali relative alla programmazione e ad un integrazione con arduino
[Immagine: new3va.png]
Risposta
#2
Aggiungo un link che guardavo da un po', ma capendo, ahimè, un po' poco.
E il costo, che è nell' ordine di 2€ al pezzo..
Risposta
#3
Il modello da te indicato arriva ad avere 4mb e una notevole quantità di pin I/O liberamente configurabili
Risposta
#4
Son niubbo quindi magari sto dicendo una fesseria.
Questa schedina in pratica si collega al router tramite wifi e si può programmare (solo con il linguaggio di arduino a quanto ho capito) per gestire dei GPIO remoti?
E, virtualmente, è in grado di rendere infinite le GPIO comandabili dal raspy (10 per ogni "schedino" stando a quello linkato)?

Ho capito bene o in realtà serve a fare tutt'altro?
Alek
Risposta
#5
(13/11/2015, 09:52)Alek Ha scritto: Son niubbo quindi magari sto dicendo una fesseria.
Questa schedina in pratica si collega al router tramite wifi e si può programmare (solo con il linguaggio di arduino a quanto ho capito) per gestire dei GPIO remoti?
E, virtualmente, è in grado di rendere infinite le GPIO comandabili dal raspy (10 per ogni "schedino" stando a quello linkato)?

Ho capito bene o in realtà serve a fare tutt'altro?

Si puo' programmare anche senza Arduino attraverso un software specifico ma questo non è proprio necessario dato che viene già fornito con un firmware che gli consente di interfacciarsi tramite una connessione seriale e di poter usufruire di un ben nutrito set di comandi AT.
Non ho capito cosa intendevi dire con  E, virtualmente, è in grado di rendere infinite le GPIO comandabili dal raspy (10 per ogni "schedino" stando a quello linkato)?
Risposta
#6
Intendevo dire che il linguaggio con il quale vanno programmati è quello di Arduino? (che onestamente non so nemmeno quale sia)
Per i GPIO intendevo dire: questi trasmettitori si collegano al router wifi e sono comandabili dal raspberry. Da quanto ho letto hanno 10 GPIO per ogni trasmettitore. Virtualmente sarebbe così possibile avere GPIO illimitate (cioè..limitate dal numero di trasmettitori) da poter gestire con il software scritto per comandarli?
Immagino uno scenario del tipo:
Raspberry (o un qualunque computer) su cui gira un software (penso al python..giusto perchè mi ci sto avvicinando in questi giorni) che gestisce questi trasmettitori come se fossero a loro volta dei piccoli raspy.
Esempio pratico e semplicistico: dotare ogni punto luce di uno di questi trasmettitori per comandarli da remoto con il software.
Questa soluzione, in teoria, eliminerebbe il problema di dover collegare fisicamente i punti luce ai gpio (o ai relativi relays) del raspberry.

Scusami se magari ho fatto confusione ma mi sono affacciato a questo mondo da pochissimo
Alek
Risposta
#7
Si può ad un relay per poter leggere lo stato e comandarlo?
Risposta
  


Vai al forum:


Navigazione:
Forum con nuovi Post
Forum senza nuovi post
Forum bloccato
Forum Redirect