• Benvenuti su RaspberryItaly!
Benvenuto ospite! Login Login con Facebook Registrati Login with Facebook


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

[-]
Tags
un uso di atx alimentatore

Uso di un alimentatore ATX
#1
Salve a tutti, vorrei realizzare un nas/dlna-server con un pi3 B+ utilizzando hardware che ho a casa abbattendo così i costi. Vorrei utilizzare un alimentatore ATX per alimentare:
- raspberry
- 2 hard disk da 3,5" che richiedono 5v e 12v
- 1 ventola da 120mm (12v) per raffreddare il tutto
- 2 led (5v)
Il mio dubbio risiede nell'amperaggio fornito dall'alimentatore ben oltre il necessario. I 20 Ampere sulla 5v possono danneggiare il raspberry, così come la circuiteria dei due hard disk?
Un altro dubbio riguarda il consumo di energia in termini di watt e quindi costi. So che il raspberry ha un consumo "trascurabile" (passatemi il termine) così come hard disk e ventola, ma l'alimentatore ha un consumo proprio? O a prescindere dal tipo di alimentatore (10w,50w,100w,200w......1000w) il consumo dipende sempre dai carichi collegati?
Risposta
#2
io penso che consumi molto più del dovuto.
gli ampere non li spara l'alimentatore, ma li richiede la periferica in base alla sua necesssita.
Blog 1: Articoli  Heart Blog 2: Articoli  Smile Raccolta Articoli
Se un utente ti è stato utile, aumenta la sua reputazione! premi il Pollicione! 
Risposta
#3
Grazie per la risposta. Quindi non danneggerei nulla ma avrei un eccessivo consumo ingiustificato. Nel dettaglio dovrei alimentare:
- Raspberry 5v 3A
- HD1 12v 0,55A / 5v 0,70A
- HD2 = HD1
- Ventola 120mm 12v 0,20A
- 2 led 5v ?A 
Potrei utilizzare un alimentatore 12v e 2 convertitori 12v a 5v con uscita 3A, uno per alimentare il raspberry e l'altro HD1/2 e i led, ma quanti Ampere dovrebbe erogare?
Risposta
#4
L'impiego di un alimentatore ATX non è il massimo: potrebbe necessitare di un carico minimo per funzionare, potrebbe necessitare di un segnale di ritorno dalla mather board (power good) per attivarsi, ecc. Come in qualsiasi switching il rendimento scende se i carichi sono bassi, ovvero non uguali/rapportabili a quelli di targa.
Il Rpi3b+ non assorbe 3A, bensì 700-800 mA (ovviamente se non alimenta carichi USB, ma limitati comunque in corrente).
Gli assorbimenti degli hdd dovrebbero essere nelle specifiche tecniche e/o sulla targhetta apposta sul corpo di ciascuno di essi. I LED possono assorbire 10 mA ciascuno.
Cercando in rete dovresti trovare un alimentatore con le due uscite a 12 e 5V e corrente adeguate ai reali carichi. Volendo puoi adottare la soluzione che proponi; il calcolo delle correnti è semplice: 1A (Rpi) + (0,7 *2) A+ 0,2A per la 5 V - (0,55 *2)A per la 12V.
Risposta
#5
Ho considerato 3A per il raspberry per via dell'alimentatore compreso nel kit che ho acquistato.
Ricapitolando dovrei avere:
- 5v [1+(0,7*2)+(0,01*2)]A=2,42A
- 12v [(0,55*2)+0,2]A=1,3A
Non ho capito se devo sottrarre gli ampere della 12v ma comunque in entrambi i casi sono al di sotto di 4A. Avrei disponibile un alimentatore di un portatile da 12v 4,16A, potrebbe andare bene o devo cercare qualcos'altro?
Risposta
#6
Più che sommare le correnti (che in ogni caso vanno sommate e non detratte) è opportuno fare i calcoli con le potenze in gioco: P = V*I.
Per la 5V: 5 * 2,42 = 12,1 W;
Per lòa 12V: 12 * 1,3 = 15,6 W.
Le potenze assorbite vanno sommate, per cui l'alimentatore deve fornire una potenza complessiva (ai carichi) di 27,7 W. L'alimentatore di cui disponi ha una potenza di 49,92 W nominali, quindi in grado di alimentare i carichi. Per la 5V dovrai scegliere uno step-down di almeno 3A in uscita, possibilmente regolabile in tensione per bilanciare eventuali cadute di tensione sui cavi che alimenteranno i carichi.
Risposta
#7
(10/12/2019, 21:02)ippogrifo Ha scritto: il calcolo delle correnti  è semplice: 1A (Rpi) + (0,7 *2) A+ 0,2A per la 5 V -  (0,55 *2)A per la 12V.
OK, mi sono ingannato con quel - tra le due tensioni.
(10/12/2019, 23:32)ippogrifo Ha scritto: Per la 5V dovrai scegliere uno step-down di almeno 3A in uscita, possibilmente regolabile in tensione per bilanciare eventuali cadute di tensione sui cavi che alimenteranno i carichi.
Ho trovato uno step-down xl4015 con regolatore di tensione e 5A in uscita. La tensione in uscita deve essere di 5v esatti o qualcosa in più tipo 5,10/5,20?
Risposta
#8
OK per lo step-down; è preferibile che la tensione sia di 5,1 V (alimento l'RPi3 e 4 con 5,2V senza problemi, anche inserendo degli Hdd USB da 2,5")
Risposta
#9
Ho dovuto smontare l'alimentatore perché il cavo d'uscita è stato tagliato troppo corto e due condensatori sono un pò gonfi sulla parte alta. In uscita mi dà 11,96v ma non ho provato a mettere nessun carico. A questo punto non so se vale la pena sostituirli perché l'alimentatore è avvolto credo in una schermatura che non mi permette di accedere ai condensatori oppure comprare un nuovo alimentatore tipo questo https://www.ebay.it/itm/ALIMENTATORE-12V...2669934334
Risposta
#10
No, non vale la pena riparalo. Dovendolo acquistare ex-novo, vedi se ne trovi uno con la doppia uscita 12v e 5v con correnti adeguate ai carichi. Se ricordo bene ve ne sono di simili (come involucro) a quello del link postato.
Un esempio: https://www.ebay.it/itm/Double-Output-DC...SwDtpZbbkE
Risposta
  


Vai al forum:


Navigazione:
Forum con nuovi Post
Forum senza nuovi post
Forum bloccato
Forum Redirect