• Benvenuti su RaspberryItaly!
Benvenuto ospite! Login Login con Facebook Registrati Login with Facebook


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

[-]
Tags
pi alimentazione raspberry 2

Alimentazione Raspberry Pi 2
#1
E' possibile alimentare il Raspberry in un altro modo rispetto alla micro USB, ad esempio con due fili volanti saldati da qualche parte sulla scheda ?
Mi spiego meglio: la presa micro USB laterale occupa (nel mio caso) parecchio spazio e preferirei appunto avere due fili (rosso/nero) che farei uscire dalla parte posteriore, là dove ho 2 porte USB occupate da un dongle wifi e una spina USB. I due fili terminerebbero con una presa volante in cui infilare la spina dell'alimentatore.
Aggiungo che non condivido la scelta progettuale di inserire l'alimentazione di lato, ma su questo non posso avere voce in capitolo.
Grazie dell'aiuto che vorrete fornirmi.
Risposta
#2
Ciao!
Guarda qui..
Citazione:Da considerare che per questo caso, e` utile avere un'alimentazione ben stabilizzata e prevedere una qualche protezione, contrariamente alla porta Micro USB, questi pin non sono per niente protetti, cortocircuiti e sovralimentazioni posso "friggere" il vostro "lampone".
Il mio software non ha mai bugs. Include soltanto funzionalità casuali.


Risposta
#3
Grazie. Nulla di rassicurante quindi.
Al link http://elinux.org/RPi_Hardware c'è qualche spiegazione in più ma sempre .... "a vostro rischio e pericolo".
Speravo che qualcuno avesse sperimentato con successo una soluzione alternativa all'alimentazione tramite porta micro-USB.
Risposta
#4
Arrivo certamente tardi,ma per i modelli a e B la diferenza, fra l'alimentazione via mini USB e i pin 4-6, é che sulla USB c'è il fusibile (SMD) da 1,1 A. Quindi se alimenti dal connettore del GPIO, assicurati di proteggere con un fusibile.

Cambia dal B+che incorpora una protezione conto la inversione di polarità e l'alimentazione è protetta da un fusibile da 2A.
Saluti,
Fabrizio
Risposta
#5
Grazie. Terrò conto delle tue informazioni.
Risposta
#6
(24/11/2015, 21:01)fabrizior Ha scritto: Arrivo certamente tardi,ma per i modelli a e B la diferenza, fra l'alimentazione via mini USB e i pin 4-6, é che sulla USB c'è il fusibile (SMD) da 1,1 A.  Quindi se alimenti dal connettore del GPIO, assicurati di proteggere con un fusibile.

Cambia dal B+che incorpora una protezione conto la inversione di polarità e l'alimentazione è protetta da un fusibile da 2A.
Buongiorno, sono nuovo in questo forum, la mia idea era di collegare il rasp a una batteria esterna così che in caso di Black out oppure se devo spostare prese ecc. non c'è i rischio di farlo spegnere e quindi perdere o corrompere qualche file. Avete qualche idea?  Huh
Ciò che è minuscolo non è inutile...
Basta pensare che i computer o le console lavorano con solo 2 variabili (0-1) eppure l' insieme di essi formano cose enormi.
Quindi ciò che su crede che sia una piccolezza e quindi  inutile può essere in realtà una parte fondamentale dell' insieme.  Wink  Tongue
Risposta
#7
(28/11/2015, 08:35)lMikol Ha scritto:
(24/11/2015, 21:01)fabrizior Ha scritto: Arrivo certamente tardi,ma per i modelli a e B la diferenza, fra l'alimentazione via mini USB e i pin 4-6, é che sulla USB c'è il fusibile (SMD) da 1,1 A.  Quindi se alimenti dal connettore del GPIO, assicurati di proteggere con un fusibile.

Cambia dal B+che incorpora una protezione conto la inversione di polarità e l'alimentazione è protetta da un fusibile da 2A.
Buongiorno, sono nuovo in questo forum, la mia idea era di collegare il rasp a una batteria esterna così che in caso di Black out oppure se devo spostare prese ecc. non c'è i rischio di farlo spegnere e quindi perdere o corrompere qualche file. Avete qualche idea?  Huh

Può essere una soluzione. Devi, però, garantire  5V. Un modo facile è usare una batteria da 12V, tipo quelle da allarmi o anche più piccola, e interporre un alimentatore 12V -> 5V. Una soluzione semplice è usare un alimentatore USB da accendisigari, ce ne sono anche da 2 A, adatti per Pi 2. La batteria andrà mantenuta carica.
Saluti,
Fabrizio
Risposta
#8
Anche un Power bank per cellulari può essere utile, devi però scegliere un modello che si possa caricare e da cui si possa prelevare allo stesso momento (i più economici usano lo stesso regolatore di tensione per entrambe le operazioni, e quindi non è possibile eseguire contemporaneamente)
Risposta
#9
(28/11/2015, 13:46)Zzed Ha scritto: Anche un Power bank per cellulari può essere utile,  devi però scegliere un modello che si possa caricare e da cui si possa prelevare allo stesso momento (i più economici usano lo stesso regolatore di tensione per entrambe le operazioni, e quindi non è possibile eseguire contemporaneamente)

Graize per la risposta, quindi sostanzialmente dovrei collegare un qualunque powerBank alle gpio e fare in modo che quando carico la rasp con il connettore in quel momento carico anche il PowerBank (che non alimenterá più la rasp) quando per un motivo X la rasp non viene più alimentata in quel caso anche il powerbank non riceve alimentazione e quindi inizia a alimentare la rasp. Come logica dovrebbe andare bene? 
Ciò che è minuscolo non è inutile...
Basta pensare che i computer o le console lavorano con solo 2 variabili (0-1) eppure l' insieme di essi formano cose enormi.
Quindi ciò che su crede che sia una piccolezza e quindi  inutile può essere in realtà una parte fondamentale dell' insieme.  Wink  Tongue
Risposta
#10
Non ho mica capito.. Che c'entra la GPIO? Intendevo l'alimentatore carica il powerbank, che a sua volta alimentatore il RaspberryPi, e fa da tampone.
Risposta
  


Vai al forum:


Navigazione:
Forum con nuovi Post
Forum senza nuovi post
Forum bloccato
Forum Redirect