• Benvenuti su RaspberryItaly!
Benvenuto ospite! Login Login con Facebook Registrati Login with Facebook


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

[-]
Tags
drm su pi raspberry widevine

DRM su Raspberry Pi Widevine
#1
Per molto tempo Raspberry Pi, che pur se la cava bene in ambito multimediale, è stato escluso dal poter fruire di contenuti in streaming codificati, protetti da DRM, ad esempio tutti quelli "premuim" su abbonamento, Amazon Prime Video e Netflix in testa, ma anche i vari Disney+ ecc ecc.
I motivi, lo ho sempre detto, non sono tecnici, ma "politici": non si poteva implementare un sistema di codifica volto a proteggere i diritti dei contenuti su un sistema o un browser completamente open-source.

La soluzione era stata trovata tempo fa con kodi: le versioni moderne supportano i contenuti con DRM e gli add-on scritti per Raspberry, di questo tipo di contenuti, andavano a usare Widevine, un sistema di decodifica dei DRM di Google, e per averlo facevano scaricare Chrome OS in un'altra partizione, ne estraevano Widevine che, una volta ricompilato, poteva assistere in modo trasparente l'add-on per Kodi per poter riprodurre correttamente il filmato in streaming (sempre se in possesso di un account valido presso il fornitore del servizio).
Un sistema che, seppur completamente automatizzato, era il classico "mezzo miracolo" molto articolato.

Oggi le cose, sono più facili.
Oggi è possibile integrare la decodifica DRM direttamente in Raspberry Pi OS per accedere, ad esempio, a tali contenuti anche semplicemente attraverso il browser, come avviene sui comuni PC (sistema che certo non è il massimo dell'efficienza, ma certo più vicino al meno esperto).

Per installarlo:
Codice:
sudo apt update
sudo apt full-upgrade
sudo apt install libwidevinecdm0
Dopodiché, riavviate.
tutto qui.

Potete testare il vostro browser con decodifica DRM, anche se non avete un account per quei servizi, con questo sito di test
Provatelo prima e dopo.
Io lo ho testato a pieno schermo in Full HD e ogni pochi secondi si prendeva una pausa. Non credo dipendesse dalla larghezza di banda della connessione (il filmato a quella risoluzione richiede 4800kbs costanti), credo dipendesse dalla decodifica. Con i servizi streaming premium, non ci si accorge perchè l'algoritmo, molto efficiente, modifica al volo il baud rate e la risoluzione per fare in modo di non avere blocchi (e anche perché spesso tali provider non supportano più di 720p su Linux).

Si tratta di una prima implementazione, funziona solo su Sistema 32bit, (dopotutto mi pare che su Raspberry Pi OS 64 bit non sia ancora implementata nemmeno l'accelerazione hardware in Chromium).

Provate e scrivete qui le vostre esperienze!
Risposta
#2
Purtroppo non ha funzionato secondo istruzioni, Pi4 4GB con installazione fresca di RaspianOS.
Netflix mi invitava a controllare se ci fossero installati i plugin widevine su Chrome.
Comunque con le Pi-apps c'è una versione di Chromium con widevine integrato.
https://github.com/Botspot/pi-apps
Testato e funzionante al primo colpo Netflix con Peaky Blinders in full HD, dopo i primi secondi diventa stabile e di ottima qualità.
Risposta
#3
A me con Pi 400 , Raspberry Pi OS 32bit, ha funzionato con Amazon Prime. Non ho abbonamento Netflix
Risposta
#4
Perfettamente funzionante con Netflix e Prime Video (provati 2 titoli + 1), Raspbian OS 32 bit su PI4 8GB RAM, SD 16 GB.
Risposta
#5
con DAZN ha qualche problema di troppo: frame persi, risoluzione bassa, blocchi frequenti
Risposta
  


Vai al forum:


Navigazione: 1 Ospite(i)
Forum con nuovi Post
Forum senza nuovi post
Forum bloccato
Forum Redirect